Denaro e tecnologia

Salve e bentornati su “Il Quadernino” che oggi tratterà un tema scottante, ovvero il denaro.

Dopo tanta fatica e lavoro, ci si aspetta ovviamente di essere pagati o almeno questa è la normalità.

Lavorando attraverso un computer, non si incontrano personalmente i clienti e il pericolo di incontrare qualche furbetto è sempre dietro l’angolo.

Anche a me personalmente è capitato di lavorare per individui che al momento della paga spariscono, e la cosa non è solo spiacevole, ma anche frustante e ti lascia l’amaro in bocca. Eh si, perché per colpa di queste persone non molto professionale, per usare un termine “carino”, spesso ci si trova a perdere fiducia nel mezzo, ovvero internet.

Ma esiste una soluzione a tutto ciò. Grazie a vari siti di Marketplace, come Freelancer, dove è possibile lavorare, offrendo le proprie competenze, con una sicurezza in più, dato che molti dei lavori proposti vengono “pagati in anticipo” per poi ricevere il compenso alla consegna sul proprio conto.

Non vi nascondo che anche su questi siti girano furbetti e truffatori, ma si ha molta meno possibilità di “cadere in trappola”, dato che basta stare un po’ attenti e leggere attentamente le richieste degli utenti.

E a voi? È capitato di essere stati chiamati per un lavoro e non essere stati pagati? Come avete reagito? Cosa avete fatto? Fatemi sapere la vostra nella sezione commenti e ci vediamo alla prossima con un nuovo tema su “Il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.