Ciao a tutti benvenuti su “Il Quadernino” con un tema molto più pratico del solito, un post su come cercare lavoro, in questo caso all’estero. Ho deciso di parlare di questo argomento partendo dalla mia esperienza personale.

Io vivo e lavoro in Germania da ormai 4 anni, ma quando partita non l’ho fatto “all’avventura” ma informandomi e avendo dietro di me una scuola di lingua in Italia e la più grande amica di ogni giovane, e anche meno giovane, che vuole provare questa esperienza, ovvero l’Europa.

bandiere europea

Grazie al progetto MOBIPRO ho potuto studiare tedesco, partire per la Germania e trovare un lavoro, il tutto senza pagare nulla, se non le spese per frequentare il corso che si è tenuto a Roma. Durante il corso di lingua che poi si è tenuto in Germania, non ho avuto spese ed è stato tutto finanziato dall’Unione Europea.

Devo ammettere che all’inizio non mi sembrava vero, mi si presentava d’avanti la possibilità di imparare una nuova lingua, di trasferirmi e di trovare lavoro e il tutto senza spendere un euro, ma adesso, dopo 4 anni , sono convinta di aver fatto la scelta giusta.

Se avete voglia di provare a intraprendere questa strada, se vi incuriosisce la possibilità di un’esperienza all’estero, vi invito a visitare il sito dell’EURES dove potete trovare informazioni, offerte di lavoro e iniziative e progetti finanziati dall’Unione Europea.

Sinceramente riguardo ai nuovi progetti, trovo il sito dell’EURES un pò confusionario (Infatti volevo vedere se il progetto MOBIPRO era ancora attivo in Italia per il 2019, per darvi qualche notizia in più, ma non ci sono riuscita), quindi non posso far altro che consigliarvi di fare una capatina agli uffici EURES, di cui potete le posizioni sempre sul sito EURES. Io non posso fare altro che consigliarvi di dare almeno un’occhiata al sito EURES se siete in cerca di lavoro, data la fortuna che mi ha portato personalmente.

Io spero che questa mia esperienza vi sia d’aiuto e mi piacerebbe sapere se avete avuto anche voi esperienze simili o se avete intenzione di buttarvi nella mischia europea, o se volete dirmi la vostra sarò molto contenta di leggere le vostre esperienze. Io intanto vi invito al prossimo aggiornamento di “Il Quaderno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...