Ciao a tutti e bentornati su “Il Quadernino” con un consiglio adatto a chiunque conosca più di una lingua e ha voglia di provare a guadagnare qualcosa come traduttore. Il sito di cui parlerò oggi è Translated, un sito affidabile che fa da tramite tra clienti e traduttori.

Prima di parlare delle potenzialità di questo sito, andiamo subito a vedere i requisiti necessari alla registrazione. Una volta sulla homepage di Translated basterà scegliere un username, una password e con l’inserimento della propria e-mail, il primo passo è fatto. Come ogni registrazione, riceveremo una e-mail di conferma e una volta cliccato sul link allegato, saremo pronti a creare il nostro profilo Translated.

Per terminare il nostro profilo, dovremmo aggiungere i nostri studi, le nostre competenze (ovviamente in campo linguistico) e le nostre esperienze. Una funzione molto utile che offre Translated, è la possibilità di aggiungere accanto alle nostre esperienze, dei contatti che i nostri potenziali clienti posso usare per controllare le nostre referenze. Non c’è bisogno di dire, che questa funzionalità può rassicurare un potenziale cliente, e ci potrebbe mettere in una posizione di vantaggio rispetto ad altri traduttori. Nel nostro profilo potremmo inoltre aggiungere quante parole siamo disposti a tradurre in un giorno (min 500 e max 4000) e il compenso che richiediamo a parola (min 0.20 cent max 0.80).

dizionari su una scrivania
Una volta completato il nostro profilo, potremmo creare nella sessione “Languages” una sorta di annunci, specificando la coppia di lingue che ci compete e i campi in cui siamo più esperti, es. tecnologia, gastronomia e così via. Per ogni campo di competenza potremmo poi andare a specificare il ramo in cui siamo specializzati, ad esempio traduzione ricette, oppure recensione videogiochi o descrizione prodotti. Quando creeremo un annuncio, questo sarà sottoposto a un controllo da parte del team di Traslated e se accettato, i potenziali clienti potranno visualizzare e analizzare il nostro profilo.

Come avrete intuito, la parte più grossa del lavoro su Translated è la creazione del profilo e degli annunci, e una volta completato il tutto non dovremmo fare altro che metterci comodi e aspettare di essere chiamati per qualche lavoro di traduzione.

Io mi sono registrata qualche anno fa, e posso dire che per i “principianti” con poca esperienza Translated potrebbe essere un po’ deludente, dal punto di vista del guadagno, dato che appunto non avremmo modo di contattare direttamente un cliente, ma sarà lui ha sfogliare i traduttori disponibili e a scegliere il più adatto secondo lui. Ovviamente questa metodica favorisce i professionisti, ma questo non significa che non ci si deve nemmeno provare. Personalmente mi è capitato anche di ricevere offerte per lavori che all’inizio sembravano “scarsi”, ma che invece si sono rivelati molto remunerativi. Passando al pagamento, non c’è bisogno di avere timori, in quanto il sito accredita il guadagno tramite bonifico o PayPal verso fine mese, se ovviamente si richiede l’accredito della somma guadagnata. Quindi non avete scuse per non provarci.

Conoscevate già questo sito? Quali sono le vostre esperienze? Non abbiate paura di raccontare la vostra esperienza, che magari può tornare utile a qualche altro freelancer, e io vi invito al prossimo aggiornamento de “Il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...