Internet ha portato molti cambiamenti nelle nostre vite e la nostra routine é ulteriormente mutata con l’avvento dei social, ma come è cambiato il mondo del lavoro in seguito alle nuove tecnologie. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con un piccolo consiglio per tutti quelli che stanno cercando lavoro.

Oggi infatti parliamo di LinkedIn, un social pensato per creare una rete di contatti professionali e non solo. Dalla sua nascita, LinkedIn é cambiato parecchio, offrendo ai propri clienti molte possibilità dal punto di vista della crescita professionale. Ma partiamo dall’inizio. L’iscrizione richiede solamente nome,cognome e e-mail e una volta confermata quest’ultima si è pronti a partire con la compilazione del vostro profilo. Il vostro profilo LinkedIn non è altro che il vostro curriculum online, che sarà a disposizione di scrutinatori, aziende o colleghi. A differenza di un curriculum cartaceo, il vostro profilo LinkedIn è interattivo, può contenere materiale multimediale come video e cataloghi, nonché link per siti o referenze. Altra differenza, il vostro profilo LinkedIn non deve essere breve per essere goduto in pieno dagli interessati, dato che potete scrivere una descrizione che deve attirare un potenziale scrutinatore e deve invogliarlo a vedere il vostro profilo.

LinkedIn il social professionale Oltre al “classico” modello del curriculum disponibile online, su LinkedIn si possono visualizzare le offerte di lavoro delle aziende della vostra zona d’interesse, si possono creare video di presentazione, creare contatti con persone a cui siete interessati (dal punto di vista professionale) o ci si può informare sugli argomenti che ci interessano.

I trucchi per un buon profilo LinkedIn sono una foto (che su un social diventa fondamentale), la posizione o l’area in cui si vuole operare, la posizione che si vuole ricoprire e i contenuti digitale nel proprio curriculum possono essere molto d’aiuto per attirare l’attenzione dei possibili interessati. Ovviamente con la propria rete di contatti, si può contattare direttamente un possibile cliente o ricevere delle referenze dai vecchi datori di lavoro. Insomma LinkedIn può essere un’ottima piattaforma per mettersi in mostra con i possibili clienti o probabili datori di lavoro. Altro piccolo consiglio. Potreste aggiungere il link del vostro profilo LinkedIn anche sul vostro curriculum cartaceo, così da invogliare anche chi vi conosce per via cartaceo, di approfondire la vostra figura, magari mettendo il link in risalto e in primo piano. Un altro punto a favore di LinkedIn è la competenza, ovvero vi verranno proposte offerte e collegamenti prettamente collegati con le vostre competenze.

Quindi curate il vostro profilo LinkedIn per ricevere notifiche sulle offerte di lavoro nella vostra area di competenza e per mettervi in risalto rispetto ai vostri concorrenti. Avete già un profilo LinkedIn? Vi è stato utile? Cosa ne pensate? Fatemi sapere la vostra nella sezione commenti e se vi piace questo argomento condividete questo post di io vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...