23 pagine Facebook chiuse in Italia per via delle fake news. Secondo le indagini di Facebook, partite e sostenuti dalla ong Avaaz, queste pagine contribuivano a spargere fake news, influenzando elezioni e opinione pubblica. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” che oggi vi parla di un’argomento molto succoso, ovvero le fake news.

Ma partiamo dall’inizio, cosa sono le fake news? Sono notizie del tutto fasulle che prendono immagini, video o notizie vere e le manipolano per sostenere le proprie tesi. Per fare un esempio, durante lo sbarco della Diciotti, partì una fake news su una donna che stava sbarcando e aveva lo smalto sulle unghie. Questa immagine é servita per far partire l’indignazione pubblica sostenendo la tesi che in realtà queste persone sulla nave non morissero di fame e se la passassero alla grande, tanto che le donne si curavano le unghie. La realtà é un pò diversa. La donna aveva si le unghie curate, ma il motivo ha un significato medico, anzi psicologico. Spesso per aiutare le persona a superare situazioni di trauma, come potrebbe essere quello di scappare da abusi e ritrovarsi sequestrato su una nave, ci si inizia a prendere cura del corpo, per iniziare un processo di accettazione di se stessi. Come vedete é semplice prendere anche solo un’immagine e scriverci sopra la nostra storia, ignorando la realtà delle cose, molto più difficile é verificare ogni notizia che leggiamo sui social.

Facebook contro le fake news

Ma chi ci propina queste fake? Perché i nostri feed social vengono inondati da queste notizie falsate? Il problema si é presentato seriamente per la prima volta dopo le elezioni americane del 2016, quando si é iniziato a pensare che degli account falsi e organizzati avessero manipolato il risultato delle elezioni lasciando circolare sul web le cosiddette fake news. E così che si inizia a parlare anche di Russian Gate. In questo clima Facebook, che detiene anche Instagram, due dei social più usati, si é impegnato a combattere queste notizie e le pagine da cui prendono origine.

Ma torniamo al giorno d’oggi. Dalle elezioni italiane dello scorso anno si é iniziato a vociferare che il M5S e la Lega siano stati aiutati dalle fake news diffuse sul web, e oggi questa voce trova un minimo di conferma, dato che più della metà delle pagine chiuse appoggiava questi due partiti politici. Sappiano tutti quante notizie girano sui social e soprattutto su Facebook e credo che non tutti siano capaci di riconoscere una notizia falsa da una vera, o per dirla meglio, non hanno idea che ci possa essere questo “pericolo” di fake news e quindi prendono per vero tutto quello che leggono, senza andare ad approfondire. O nel peggiore dei casi, c’é chi legge solo il titolo magari di un articolo e allora crede di aver letto tutto, e purtroppo, diciamocelo, c’è qualcuno che approfitta di questa “ignoranza” degli utenti del web per tirare acqua al proprio mulino.

Ma voi cosa ne pensate? Credete davvero che queste pagine che creano fake news possano influenzare così tanto l’opinione pubblica o é un argomento sopravvalutato? Pensate che tocchi a Facebook censurare queste pagine/account? Fatemi sapere qual’é la vostra opinione a riguardo e vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...