Sono appena tornata da un piccolo soggiorno di un paio di giorni a Berlino, dove sono “dovuta” andare per poter votare alle elezioni europee, e, come ogni volta che vedo Berlino, ne sono rimasta affascinata per via dell’aria che si respira, che ti trasmette una sensazione di libertà. Per farvi un esempio, a un semaforo abbiamo incontrato un tipo in moto con un costume da unicorno. Questa é Berlino in un’immagine. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” che riflette sull’influenza che il nostro quartiere, la nostra città hanno su di noi, anche e soprattutto in senso creativo.

Berlino e architettura

Questo fine settimana nella capitale tedesca sono stata sempre con la macchinetta fotografica in mano e dopo tanto tempo ho avuto di nuovo voglia di passare la giornata con la macchinetta in mano. Ogni angolo della città mi affascinava e volevo fotografarlo, e come ciliegina sulla torta, un carro di birra Paulaner (in botti di legno) trasportato da 4 cavalli bellissimi. Fantastico!

Questa sensazione che ho provato mi ha portare a pensare che forse un ambiente più “attivo” potrebbe agevolare un lavoro che si basa sulla creatività. Un’altra teoria naturalmente é che il nuovo, la novità, stimolano ovviamente la nostra mente e quindi per ottenere sempre questa sensazione di inventiva, fantasia, si deve sempre viaggiare e scoprire cose nuove. Queste considerazioni possono essere entrambe vere, ma bisogna fare anche autocritica. Perché non riesco sempre a mantenere questa mia voglia di esplorazione? La risposta é una sola, pigrizia. O almeno questa é la risposta breve. La risposta lunga richiedere un pò più di riflessione. Nella città in cui si vive spesso ci si abitua alla routine, ci si ferma anche intellettualmente e non si va più alla ricerca, anche di un nuovo ristorante etnico o di un evento live in un pub.

Come potete intuire sono rimasta piacevolmente impressionata, ancora una volta, da Berlino, e mi é quasi dispiaciuto tornare a Lipsia, ma poi ho pensato che Lipsia viene definita la nuova Berlino, allora perché non cercarla, perché non tornare a riscoprire la mia città (di residenza) ? Ma mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Come vivete la vostra città, la vostra quotidianità? Grazie per aver letto fin qui e vi invito al prossimo post de “il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...