Quanti di noi, almeno una volta nella vita, hanno ricevuto un’offerta così bella da non sembrare vera? Bhe a me é successo e mi é andata male. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” che vi racconta la mia esperienza con un caso in cui non ho mostrato abbastanza spirito di critica e di osservazione, sperando che anche voi, come me,  possiate imparare qualcosa di utile dalla mia brutta esperienza.

riciclaggio di denaro

Ma andiamo al principio. All’inizio di dicembre mi é arrivata un’offerta di lavoro che riguardava l’inserimento un un sito web di dati sulla base di prodotti che io avrei ricevuto a casa e poi nuovamente inviato. Secondo gli accordi io non avrei avuto costi a mio carico, e soprattutto, sarebbe stato utilizzato solo il mio indirizzo. A quanto pare il gentiluomo con cui mi sono messa d’accordo, che mi ha inviato anche un contratto che ovviamente non ha rispettato, non solo ha utilizzato il mio indirizzo ma anche il mio nome per fare degli ordini, che sarebbero stati i prodotti che poi io avrei inserito nel sito web indicato. Ma non finisce qui. Quando oggi sono andata alla polizia per fare la mia dichiarazione come indaga, in quanto in teoria ho collaborato con il truffatore, ho scoperto che i dati delle carte di credito usate per gli ordini erano stati rubati tramite la tecnica del phishing. Bella storia, eh? Prima di questo incontro, ovviamente avevo fatto la mia denuncia mesi fa e sapevo che mi sarei potuta trovare in questa situazione, ma la mia denuncia mi ha anche in qualche modo protetto, dato che cosi facendo ho comunicato prima del tempo che io ero all’oscuro della  truffa ed ero stata ingaggiata solo per un lavoro di inserimento dati.

Brutta storia, ma é inutile flagellarsi su una cosa ormai successa e non mi resta che aspettare la scelta del giudice che si occuperà del caso, con una piccola consolazione, ovvero l’opinione del collaboratore della polizia che mi ha gentilmente rassicurato, dicendo che secondo la sua esperienza c’é molta probabilità che la denuncia nei miei confronti verrà ritirata. Speriamo bene, ma comunque é doveroso fare una critica a me stessa e capire i miei errori.

L’offerta di lavoro mi é arrivata tramite un sito web con cui cerco lavoro online, non voglio fare il nome in questo articolo solo perché l’errore é stato mio e non del sito, e ho fatto l’enorme sbaglio di accettare questo lavoro senza usare il sito web come tramite. Primo consiglio che posso dare per evitare casi di truffa: accettate solo ordini da persone che utilizzano come tramite appunto questi siti web, in quanto gli ordini vengono pagati in anticipo dal vostro cliente e in più avete delle garanzie. Dopo questa esperienza ho iniziato a pretendere da chiunque mi contattasse di creare gli ordini per i lavori tramite questi siti/app e non potete immagine quanti “clienti” siano spariti dopo questa mia semplice richiesta.

Documenti e denaro

Altro errore fatale é stato lasciare utilizzare il mio nome come destinatario della merce. Questo consiglio mi é stato dato direttamente dalla polizia, ovvero quando dovete ricevere posta per conto di qualcun altro e non sapete cosa c’é all’interno della posta o magati non conoscete bene la persona che vi ha chiesto di ricevere la sua corrispondenza, la cosa migliore da fare é quella di lasciarsi inserire nell’indirizzo non come destinatario ma come “c/o”. L’abbreviazione c/o ….. serve per far capire che la posta non é per voi ma dovete solo riceverla e quindi non siete responsabili del contenuto. É una piccola accortezza che vi protegge dal punto di vista legale, e a me sarebbe tornata molto utile.

Come ho detto all’inizio, sono stata ingenua a cadere in questa truffa, ma devo ammettere che quando si é parlato di contratto i miei dubbi erano caduti, anche se poi si sono rivelati più che fondati. Meglio non pensarci troppo, ormai é andata, l’importante é che tutto si risolva e che io abbia imparato la mia lezione. Spero che la mia esperienza possa tornarvi utile e vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...