Avete presente quando nella vostra pagina facebook, sotto un post, vi viene chiesto “metti in evidenza questo post“? Beh quello è il modo che facebook utilizza per farvi venire voglia di comprare pubblicità tramite il famoso social media. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con una piccola presentazione di Facebook Ads, ovvero la funzionalità facebook per creare compagnie pubblicitarie a pagamento.

Facebook Ads

Quando aprì la pagina per il mio blog, dopo un paio di mesi, mi arrivò una notifica facebook che mi informava del fatto che il social media aveva deciso di regalarmi 15€ per la mia prima campagna pubblicitaria a pagamento. Appena impostata, e visti i numeri del blog, mi dissi che era stata un successo, ma mi sbagliavo. Qualche mese dopo creai un’altra campagna pubblicitaria con lo stesso budget ma facendo più attenzione al pubblico, o target di riferimento. Inutile dire che mi sono odiata per aver buttato quel primo regalo di facebook in quel modo “ingenuo”, dato il “super” successo della seconda campagna pubblicitaria. Quindi per non farvi commettere lo stesso errore, ecco che vi scrivo questa piccola introduzione a facebook Ads.

Come detto prima, Facebook Ads, è una funzione facebook che permette di mettere in evidenza dei contenuti, dietro pagamento, e fargli pubblicità, mostrandoli a un tipo di pubblico,o target, che decidiamo noi. La targettizzazione di facebook è a dir poco fantastica, dato che dispone di una quantità di dati su un gruppo enorme di persone. Facebook conosce interessi, occupazione, luoghi che si frequentano, età, hobby, ecc…, e noi possiamo impostare una pubblicità che venga visualizzata solo da persone che rientrino nel nostro target. Se non sapete cosa sia un target o come crearlo, vi consiglio questo articolo.

Come sempre, piccolo esempio pratico. Se ho un blog di giardinaggio e decido di farmi pubblicità su facebook, sicuramente imposterò come target di riferimento delle persone che sono interessate al giardinaggio. Inoltre il mio contenuto potrebbe riguardare “l’orto biologico” e quindi dico a facebook Ads di mostrare il contenuto a persone che hanno come hobby la gestione di un orto biologico o che hanno come preferenze prodotti bio. (Scusate l’approssimazione dell’esempio, ma non conosco benissimo il campo o i campi di facebook Ads nello specifico). In questo modo sapremmo quasi con certezza matematica che la nostra campagna pubblicità avrà successo.

Oltre al target di riferimento, possiamo anche impostare la durata della campagna pubblicitaria e il budget giornaliero, che più sarà alto e teoricamente a più persone verrà mostrato il nostro contenuto. Altro piccolo consiglio pratico. Se la targettizzazione è fatta bene, basteranno 1€ o 2€ al giorno per una campagna di successo.

In realtà questo è l’importante da sapere su facebook Ads, che come vedete va a braccetto con il concetto di target di riferimento(ancora una volta, se non sapete di cosa sto parlando, trovate qui l’articolo a riguardo). Io vi ringrazio per essere arrivati fin qui, vi invito a raccontarmi la vostra esperienza nella sezione commenti qui sotto e al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...