Nessuno sa fare tutto, anche se a volte sarebbe bello. Siamo umani, abbiamo un tempo limitato (purtroppo) e abbiamo delle competenze specifiche. Ciao a tutti e bentornati su “Il Quadernino” che oggi vi mostra il suo limite.

Limiti

L’altro giorno ho dovuto rifiutare un offerta come programmatore perché, facendo un’analisi veloce delle mie competenze, non ero in grado di fare, o meglio, non mi sentivo in grado di consegnare ciò che io cliente chiedeva. Ho studiato programmazione alle superiori e ho imparato vari linguaggi di programmazione, ma purtroppo al momento non ho l’automazione di chi ha studiato programmazione all’università, ad esempio, ma cosa più importante, non avrei avuto tempo per sviluppare un sito web complesso con una deadline definita.

Questo episodio mi ha fatto riflettere sui miei limiti, su quello che posso e non posso fare, e oltre alle competenze, sul tempo che ho a disposizione. Il mio limite più grande al momento è il tempo. Andare tutti i giorni a lavoro, tornare, mettersi nuovamente al computer e continuare a lavorare, non mi lascia tempo per sviluppare progetti nuovi e soprattutto sta letteralmente uccidendo la mia creatività.

Da un lato è stato difficile dover ammettere di non farcela, ma dall’altro so che è stata la decisione giusta. Non ero sicura di riuscirci e piuttosto che stare con l’ansia, con l’incertezza di non poter completare l’ordine, ho pensato che fosse meglio rifiutare e tornare a studiare un po’ di programmazione per essere pronta la prossima volta.

Sono convinta che ogni “ostacolo” non debba essere per forza un qualcosa di brutto, ma deve essere un momento per riflettere e capire dove e come migliorarsi. Come possiamo superare i nostri limiti se non li conosciamo? Non siamo tuttologi e di conseguenza esiste sicuramente un campo in cui possiamo migliorare ed è li che bisogna concentrarsi.

Il risultato delle mia analisi personale mi ha portato a capire che il mio limite più grande, al momento, è il tempo e che il mio modo di gestire le mie attività è del tutto sbagliato. Qual è il vostro limite? Siete riusciti a fare un analisi di voi stessi? Dove vorreste migliorare? Fatemi sapere le vostre esperienze nella sezione commenti qui sotto e vi invito al prossimo aggiornamento de “Il Quadernino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...