In questa società moderna, sempre di corsa, sembra che il tempo non basti mai. Quanti di voi hanno desiderato che le giornate si allungassero di almeno un paio d’ore per riuscire a fare tutto? Io perlomeno l’ho sperato spesso. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con la lista delle attività, che se svolte male, rischiano di rubare una grossa parte del vostro tempo.

Divoratori di tempo

Quando si ha un lavoro a tempo pieno, si é pendolari, si vive da soli o con un partner (e si hanno anche degli animali), si gestisce un blog e si tenta di avviare anche una carriera online, spesso ci si trova a dover trascurare almeno uno di questi aspetti per guadagnare un po’ di tempo. Ecco quindi la lista di attività che é meglio ottimizzare per guadagnare un po’ di tempo, che altrimenti andrebbe “sprecato”.

  1. SMARTPHONE/TELEFONATE: dallo strumento più importante per un’attività, al fidato assistente ma che si può trasformare nell’elemento di distrazione numero 1. Quante volte vi é capitato di distogliere lo sguardo dal vostro schermo per guardare una notifica? Ecco perché dovreste settario almeno silenzioso mentre lavorate, se proprio non potete spegnerlo. Le notifiche sono importanti per chi lavora online e quindi cercate di controllarle solo una volta ogni una o due ore.
  2. EMAIL: stesso discorso delle notifiche. Le email sono importanti, ma controllarle costantemente potrebbe richiedere quel minutino ogni 10/15 minuti che sommate a fine giornata possono essere davvero tanto tempo. Quindi perché non prendersi 5 minuti ogni paio d’ore per controllare notifiche e email?
  3. MULTITASKING: lo so che molti sono convinti di poter varie attività contemporaneamente, ma fidatevi, vi sbagliate. Spesso si finisce per non prestare veramente attenzione all’attuale compito e quindi si commettono errori, oppure ci si confonde o peggio ancora si perde tantissimo tempo a combinare due o più attività da svolgere simultaneamente. Meglio fare un compito solo bene per poi passare al prossimo, si lavora più concentrati e si commettono meno errori. Ovviamente, per chi preferisce, l’ascolto di musica mentre si lavora non conta, anche perché in ufficio altrimenti il tempo non passerebbe mai.
  4. SOCIAL/INTERNET: il web é una piazza immensa e spesso ci si può perdere nei suoi meandri. Quante volte vi é capitato di aprire Facebook per rispondere a un commento sulla vostra pagina e vi siete ritrovati a scrollare il feed? Una vera trappola e in questo caso solo il self control vi può aiutare.
  5. DISORDINE: se dovete cercare libri, appunti o documenti per intere giornate perdete ovviamente un mucchio di tempo. Piccoli consigli: tentate di riordinare almeno una volta a settimana tutto il vostro spazio di lavoro, archiviare e ordinare fogli e foglietti e tentare di tenere almeno la scrivania in ordine (che per me sembra un’impresa), magari sgombrandola quando finite di lavorare al pc. Ovviamente la digitalizzazione di appunti e documenti può essere fondamentale per mantenere l’ordine e per i vostri appunti vi consiglio vivamente OneNote (ne ho parlato già qui, se non sapete di cosa si tratta).

Lista dei divora tempo

6. VISITE E CHIACCHIERE: spesso mi é capitato di perdere un sacco di tempo parlando con delle amiche che magati chiamano senza sapere che sto lavorando e rispondo alle telefonate convinta di poter lavorare mentre parlo al telefono. Lo ripeto ancora una volta il multitasking non funziona!

7. ATTESE: come dicevo prima sono una pendolare e questo spesso mi costringe a spendere molto tempo ad aspettare i mezzi pubblici (che per quanto viva in Germania, spesso hanno ritardi e problemi anche qui). Un modo utile per utilizzare questo tempo é ascoltare dei podcast che riguardano il mio ambito di lavoro o magari pensare alla programmazione dei post del blog e social. Se volete potete scrivermi nei commenti delle attività che suggerite voi per utilizzare il tempo sui mezzi in modo costruttivo.

Questi sono quelli che io chiamo divora-tempo e scommetto che anche voi vi ritroverete d’accordo con le mie osservazioni su alcune di queste attività. Io vi ringrazio per aver letto fin qui e vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.