Viviamo in una società interconnessa grazie a internet ma che purtroppo spesso non sa più riconoscere il rapporto qualità e prezzo. Ciao a tutti e bentornati su “Il Quadernino” che oggi vuole aprire una discussione sui prezzi e le aspettative dei clienti, ad esempio: se ti pago 30€ per fare una traduzione di 3 pagine in meno di 12 ore magari devo aspettarmi degli errori o invece ho il diritto di “lamentarmi” anche di qualche errore di battitura?

Prezzo giusto

Ho preso ad esempio le traduzione perché è diciamo il campo di cui mi occupo anche per lavoro e quindi so che per quel prezzo e per il tempo richiesto ci sono 2 problemi: 1. Un traduttore professionista si prende molto di più ( per tradurre una sola pagina di solito il prezzo parte dai 50€) 2. Il tempo per correggere, fare una seconda lettura o magari concentrarsi sui termini specifici non c’è; detta in poche parole il tempo è davvero troppo poco per 3 pagine piene.

Ed è da qui che voglio partire, se paghi un prezzo relativamente basso per fare un lavoro che richiederebbe almeno il triplo del prezzo concordato, ti aspetti davvero un lavoro di qualità eccellente? Io sono dell’opinione che le competenze vadano pagate e se qualcuno mi offre troppo poco anche solo accendere il computer mi pesa; però cerco sempre di dare del mio meglio e spesso, come ho già raccontato, c’è chi si accorge di questa disparità tra qualità e prezzo e decide di premiarti, ma spesso si trova anche il caso opposto, quando ti hanno offerto un prezzo minore rispetto al necessario e si sentono in dovere di criticare, a volte pesantemente, anche il più minimo errore. Sono sempre aperta le critiche e ammetto quando sbaglio, ma quando ho dovuto fare un lavoro di fretta e furia, senza poterlo ricontrollare, mi sembra assurdo lamentarsi anche per un paio di errori di battitura.

Scusate il piccolo sfogo ma vorrei sapere anche la vostra opinione a riguardo: si sta perdendo la concezione della relazione tra qualità e prezzo o credete sia giusto lamentarsi per un lavoro che si è pagato, qualunque sia stato il prezzo? In fondo, se compro dei leggings “cinesi” per 0,50€ e questi si rompono dopo due settimane non mi lamento, anzi penso “per quello che li ho pagati sono durati anche troppo“, e quindi perché per un servizio/lavoro non vale lo stesso concetto?

Sono davvero curiosa delle vostre opinioni che potete esprimere nella sezione commenti qui sotto, e vi invito al prossimo aggiornamento de “Il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.