Il lavoro viene spesso associato a una fatica, fisica o mentale, e per questo assume volentieri una connotazione quasi negativa; ma non deve essere per forza così. Ciao a tutti e bentornati su “Il Quadernino” con una riflessione riguardante il lavoro online: perché potrebbe essere migliore di un lavoro “tradizionale”?

Vantaggi lavoro online

Perché dovrei scegliere di lavorare online, probabilmente rinunciando a uno stipendio fisso e sicuro?

1. ORGANIZZAZIONE. Prima di tutto, il lavoro online, o da remoto, permette di gestire la propria attività in totale libertà. Siete degli “animali notturni” e preferite lavorare di notte piuttosto che svegliarvi presto e iniziare a lavorare alle 7:00 del mattino? Nessun problema. Volete prendervi una mezza giornata di pausa perché volete partecipare a un evento particolare? Perché no?! L’organizzazione del lavoro secondo i propri ritmi credo sia uno dei vantaggi più significativi del lavoro online, ma nasconde un’insidia: l’autodisciplina. Eh si, perché da grandi poteri derivano grandi responsabilità, e niente capi significa anche che siete voi a dovervi gestire nei tempi.

2. NIENTE PIÙ VIAGGI. Altro vantaggio del lavoro da remoto è appunto la possibilità di lavorare ovunque tu voglia: a casa, in un café o in biblioteca. Soprattutto per chi non ha un’auto questo è un grande risparmio, non solo in termini di soldi, ma soprattuto di nervi. È odioso svegliarsi presto la mattina, prepararsi, uscire e scoprire che il tuo tram, treno o autobus ha mezz’ora di ritardo. Semplicemente snervante.

3. SODDISFAZIONE PERSONALE. Ultimo, ma non meno importante, è il riconoscimento per il proprio lavoro. Non so a voi, ma a me è capitato spesso di lavorare con capi o supervisori che non sapevano motivare il team, parlavano solo di aspetti negativi oppure ti trattavano con il classico atteggiamento “quello è il tuo lavoro, è ovvio che lo devi fare bene“. Se si lavora online si viene ricompensati per quello che si fa. Se ti impegni in quello che fai, non c’è niente di meglio di un messaggio o un feedback come “grazie, è davvero fantastico” o un più semplice “davvero un ottimo lavoro, grazie”. Spesso anche solo un grazie per quello che hai fatto ti può riempire di orgoglio e motivare, e con il prossimo ordine probabilmente sarai anche felice di completare quel lavoro, al di là ovviamente del puro guadagno.

Questi secondo me, sono gli aspetti fondamentali per cui qualcuno dovrebbe iniziare a pensare al lavoro online. Ma voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con questi punti o invece ritenete che non siano aspetti importanti? Fatemi sapere cosa ne pensate e io vi invito al prossimo aggiornamento de “Il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.