Uno dei compiti più difficile per un freelance alle prime armi è sicuramente scegliere il prezzo giusto per i propri servizi. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con qualche consiglio su come creare il proprio listino prezzi.

Prezzo giusto

Per trovare il prezzo giusto ci sono molte cose da prendere in considerazione:

– il tipo di lavoro;

– la concorrenza;

– il mercato su cui ci si presenta;

– e soprattutto l’esperienza che si mette a disposizione.

Ovviamente all’inizio della nostra esperienza possiamo scegliere magari di offrire un prezzo di poco più basso della media per iniziare a fare esperienza, dato che così attrarremmo comunque l’attenzione dei clienti anche rispetto magari a persone con più esperienza: ci sono sempre persone disposte a risparmiare, anche a “rischio” di affidarsi a persone con poca esperienza. Penso che in questo caso, anche per i freelance, sia giusto offrire un prezzo di poco inferiore alla media, dato che essendo ancora inesperti non possiamo pretendere di metterci subito in competizione con i professionisti.

Ma cosa si fa a sapere qual è il prezzo giusto per una categoria di lavori? Anche se inesperti non possiamo offrire dei prezzi troppo più bassi rispetto alla media e questo fondamentalmente per 2 ragioni:

1- anche se inesperti, stiamo mettendo a disposizione il nostro tempo e le nostre competenze e non è giusto essere sfruttati solo perché non abbiamo ancora delle recensioni che certifichino le nostre competenze;

2- offrendo dei prezzi troppo bassi rischiamo di mettere a rischio l’intero mercato – non è giusto offrire dei prezzi troppo bassi anche perché ci si inizierebbe a chiedere perché gli altri offrano prezzi così alti e si potrebbe iniziare una lotta al ribasso, il che penalizzerebbe anche noi: in fondo vogliamo poi adeguarci ai prezzi giusti dei professionisti, no?!

Ma come sono sicuro che i prezzi che offro siano giusti? Questa risposta non piacerà a molti; ovviamente con una bella analisi e ricerca di dati! Basta controllare su internet i listini prezzi dei professionisti per farsi un’idea di quali siano i prezzi giusti del mercato per poi adeguare il nostro listino prezzi personale. Non ci vorrà molto, ma questo vi aiuterà ad avere un’idea generale del livello dei prezzi per i servizi che proponete.

Questi sono i miei consigli per trovare il prezzo giusto da proporre per i propri servizi: ma voi che ne pensate? Siete d’accordo con questi piccoli consigli oppure ne avete di migliori? Scrivete nella sezione commenti le vostre esperienze e suggerimenti e io vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.