Come ben sapete, su questo blog si parla molto di lavoro online, digitalizzazione e su come acquisire nuove conoscenze o utilizzare le competenze che già si hanno al meglio. Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con la risposta alla domanda che forse molti si fanno: i corsi online valgono davvero qualcosa?

Ho parlato spesso di come molte piattaforme, tra cui Google e LinkedIn, permettono di frequentare dei corsi online e di come alcuni di questi rilascino dei certificati. Se andiamo indietro di qualche anno, i predecessori dei corsi online erano i corsi e le università per corrispondenza e spesso i titoli o i certificati ottenuti con questi corsi non venivano riconosciuti al pari dei loro corrispettivi ottenuti dopo aver seguito un corso in un aula. Ma oggi le cose sono cambiate, o almeno si spera. I corsi online stanno diventando la regola, soprattutto in ambito business. Molte aziende preferiscono, ad esempio, continuare a formare i propri dipendenti ricorrendo a corsi online e videocorsi, anche perché meno costosi dei corsi in aula e soprattutto non richiedono la presenza costante in un aula. Si può seguire infatti un videocorso a casa, sul treno o direttamente al posto di lavoro. Insomma ovunque!

Una volta, un professore durante un corso di aggiornamento mi disse:”io non credo nei corsi online e simili perché non sei costretto a seguirlo e quindi non assimili veramente le nozioni”. Io invece credo che questo sia proprio il loro punto forte! Seguitemi. Se io mi iscrivo a un corso online è perché sono interessata all’argomento e quindi voglio veramente imparare e acquisire quella conoscenza e di conseguenza, non solo sono più attenta di una persona costretta invece a sedere su una sedia, ma sono anche invogliata a terminare quel corso. Non la vedete anche voi così? Sicuramente ci vuole un minimo di autodisciplina per seguire un corso online, ma si fa più volentieri del doversi alzare, magari passare un’oretta in tram o in treno per seguire una lezione. La comodità di seguire una lezione dal proprio divano unito all’interesse è quasi una garanzia di successo, almeno a mio parere.

I corsi online stanno iniziando ad acquisire sempre più rilevanza tanto che anche l’universa La Sapienza di Roma, e altre università anche internazionali, stanno iniziando a offrire alcuni corsi online, con rilascio di certificato e tutto, tramite la piattaforma Coursera. Insomma, ormai i corsi online stanno diventando, per certi versi, la regola, dato che offrono un risparmio di tempo, di denaro e soprattutto è possibile frequentarli ovunque e quando si vuole. Ce ne davvero per tutti i gusti e se volete saperne di più vi lascio il link alla seconda puntata del podcast connettiamoci con il futuro” in cui parlo, sempre in compagnia di Maria di Metodi&Strategie, in dettaglio di alcuni siti su cui è possibile frequentare corsi online e dove con Maria cerchiamo di approfondire di più il tema dei corsi online nel mondo del lavoro. Se siete interessati all’ argomento vi consiglio di venirci a dare un occhiata e magari a dirmi poi cosa ne pensate.

Scrivete le vostre esperienze con i corsi online nella sezione commenti qui sotto: ne avete fatti? Vi sono stati riconosciuti? Ne siete rimasti soddisfatti? Ditemi anche cosa ne pensate della nuova rubrica podcast “connettiamoci con il futuro” e io vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.