Le nuove generazioni sono sempre più abituate a una gestione Smart dei vari aspetti della propria vita, e allora perché non gestire anche i propri conti correnti in maniera totalmente digitale? Ciao a tutti e bentornati su “il Quadernino” con una piccola considerazione riguardo le banche tradizionali vs le banche online.

Nell’ultimo periodo mi sono ritrovata a voler chiudere il mio conto corrente in una banca tradizionale per passare alla banca online N26. Il motivo? La banca tradizionale aveva dei tempi lunghissimo per ogni singola richiesta, dall’attivazione dell’online banking tramite app alla richiesta di una nuova carta.

Non voglio fare polemica, ma sono abituata a fare praticamente ogni cosa tramite app sullo smartphone, perché invece per richiede una nuova carta con funzione contactless devo fare una richiesta per posta, presentarmi in filiale per ben 2 volte e per finire ho dovuto aspettare in totale quasi un mese e mezzo per poter riavere finalmente una nuova carta. Inutile dire che in quel mese e mezzo ho dovuto “sopravvivere” appoggiandomi al mio ragazzo perché non era nemmeno possibile utilizzare un servizio di online banking decente, dato che per un solo conto si hanno bisogno di almeno 3 codici diversi per fare qualsiasi tipo di operazione.

Dopo questa esperienza al dir poco disastrosa ho deciso di trovare una banca più smart e che si addicesse di più alle mie esigenze, e così mi sono imbattuta in N26. Se foste interessati a N26, ne ho parlato in modo approfondito qui. E così finalmente ho una banca che mi permette di effettuare pagamenti anche con il cellulare appoggiandosi ad Apple Pay, ed è fantastico. Pensate di dover entrare un attimo in un supermercato per comprare una bottiglietta d’acqua. Con Apple Pay basta cacciare il cellulare, pagare e subito potete dissetarvi, invece di dover scavare nella borsa per cercare tutti quegli spiccetti sparsi per il portafoglio.

Per concludere, credo le banche tradizionali debbano iniziare a pensare che le nuove generazione non voglio doversi recare in filiale per ogni minima operazione e preferiscono di grand lunga utilizzare il cellulare. Al momento, per le app che ho visto delle banche tradizionali, nessuna è all’altezza di quelle delle banche online e spesso richiedono una marea di codici di sicurezza, che possono solo sembrare sicuri, ma in realtà sono un impiccio dal punto di vista pratico. Ma voi che ne pensate? Che esperienze avete avuto con le varie banche? Sareste disposti a passare a una banca totalmente online? Fatemi sapere cosa ne pensate e io vi invito al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.