Ci hanno provato in tanti, ma TikTok é l’unico che ci é riuscito: creare un algoritmo che ti offre solo quello che vuoi, catturandoti nei suoi contenuti. Bentornato su “il Quadernino” con una riflessione sul mondo dei social e le loro differenze.

Algoritmo TikTok

Forse non tutti lo sanno, ma attualmente lavoro nel campo del content e sto frequentando l’università, in cui alcuni corsi sono incentrati sul marketing. Entrambe queste occupazioni, fanno in modo che io abbia spesso a che fare con vari tipi di social, da LinkedIn e ultimamente molto con TikTok. Primo punto. TikTok non è un social per bambini. Cioè ci sono anche i ragazzini che fanno i balletti, ma se non ti interessano non li vedi. Il mondo di TikTok si sta evolvendo tantissimo: artisti, cantanti, divulgatori e perfino insegnanti di lingua stanno sfruttando TikTok per farsi un nome.

E ovviamente con i professionisti arrivano anche le aziende. Pensa che L’altro giorno, mentre scrollavo, l’algoritmo mi ha presentato il video della Sparkasse tedesca (una banca). Un video ufficiale, nessuna pubblicità.

Tutti si fiondano su TikTok perché il formato dei video veloci permette di raggiungere un numero enorme di utenti: max. 3 minuti di video, quanti video riesci a vedere in 10 minuti? E in 20? Magari mentre sei sui mezzi pubblici e non hai voglia di leggere? Oppure, diciamoci la verità, in bagno? Questo formato veloce permette ai video di girare molto di più che su YouTube o sulle storie di Instagram.

Tiktok

Ma sai qual è secondo me il punto vincente? L’apertura immediata dei video. Mi spiego meglio. Apri l’app di TikTok e subito sei catapultato nell’algoritmo e nei video. Nessun intermezzo. Subito il primo video, con una musica catchy e con un argomento che ti interessa. Ora l’algoritmo di TikTok ti possiede.

Ovviamente non possiede te, ma la tua attenzione. A differenza dei Reels di Instagram, TikTok é immediato ed è per questo che vince su Instagram. E non si ferma qui, perché TikTok crea assuefazione. Conosco persone che hanno dovuto chiudere l’account TikTok per doversi laureare, perché secondo loro perdevano troppo tempo sul social.

Tutti questi punti rendono TikTok irresistibile per utenti e aziende. Utenti assuefatti guardano i contenuti, anche quelli creati appositamente dalle aziende per vedere un prodotto o un brand.

Per concludere, mi sto divertendo tantissimo a provare TikTok e tutte le sue possibilità. Tu invece? Hai un account TikTok? Cosa ne pensi? Sei d’accordo con la mia analisi? Fammi sapere cosa ne pensi e ci vediamo al prossimo aggiornamento de “il Quadernino”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.